Ogni artista che lavora nell’ambito della produzione di contenuti multimediali cerca nella propria macchina delle specifiche differenti che possano soddisfare al meglio le proprie esigenze.

Partiamo da una grande verità: Il miglior PC per l'editing video è quello che costruite voi stessi. Le componenti non sono mai state così economicamente vantaggiose e il web è pieno di guide, tutorial e forum di assistenza che possono accompagnarvi attraverso qualsiasi dubbio o perplessità.

Oggi andremo ad analizzare e consigliare le soluzioni migliori in modo che possiate prendere la decisione giusta al momento dell'acquisto del vostro Pc da editing.
Daremo un'occhiata infine ad una build per PC del livello di una casa di produzione importante come la Travel Media House.

Il Mac Pro di casa Apple è probabilmente la miglior workstation prefabbricata per l'editing / design / animazione video. Tuttavia, acquistando le singoli parti, potresti risparmiare parecchio considerando che la build più costosa del Mac Pro arriva a costare l'astronomica cifra di 67.000€ (provate a configurarla voi stessi sul sito apple.com).
Per qualcuno montare su un Mac potrà essere normale quanto respirare l'aria ma costruire un PC Windows garantisce parecchi vantaggi, primo fra tutti la personalizzazione.

Se assemblare un PC da editing dovesse spaventarvi, potrete acquistarne uno prefabbricato anche se la disponibilità sul mercato per questo tipo di build è ben inferiore rispetto ai pc da gaming. Non vengono utilizzati sempre i componenti migliori e i produttore addebitano cifre spesso considerevoli per metterli insieme. Non c'è da vergognarsi nell'acquistare un PC preconfigurato, sappiate però che non sempre riuscirete ad ottenere ciò che desiderate al prezzo che desiderate.

Solo voi potete sapere di cosa avete bisogno per poter editare in comodità ma, prima di addentrarci nella selezione dei componenti, è importante sapere cosa fa ognuna di esse e perché ne avete bisogno.


Cosa c'è dentro ad un PC

I consumatori più attenti potrebbero voler risparmiare sui componenti acquistati ma è essenziale sapere dove poter risparmiare e dove invece conviene spendere.
Un montatore video che si rispetti dovrebbe investire la maggior parte del budget a disposizione nella CPU, mentre gli artisti VFX possono pensare di spendere la gran parte dei propri soldi in una GPU di livello professionale. Costruire un PC è tutto sommato semplice, scegliere le componenti può essere molto più complesso.

La scheda madre

La scheda madre è il componente fondamentale di tutto il sistema e detterà i successivi componenti che andremo a scegliere. Essa consente a tutte le periferiche del computer di interfacciarsi, collegando e gestendo il funzionamento dell’hardware. Sebbene GPU, RAM e altri componenti hardware siano intercambiabili tra i vari sistemi, la maggior parte delle schede madre richiede socket CPU specifici. Non potete installare una CPU Intel su una scheda AMD o viceversa.

Vi consigliamo di ragionare bene sul PC che state assemblando e soprattutto di riflettere su quali aggiornamenti desiderate effettuare in futuro. Acquistare una scheda madre economica ha senso dal punto di vista finanziario ma tirare troppo sul prezzo potrebbe limitare gli aggiornamenti futuri rendendo il computer obsoleto ben prima che voi desideriate.

Le dimensioni

Il secondo parametro da tenere in considerazione quando dovrete scegliere la scheda madre per il vostro PC è la dimensione. Esistono tre principali versioni - ATX, Mini-ATX e Micro-ITX - tra cui scegliere e ognuna di esse ha i propri vantaggi.
Le schede madre ATX sono le schede più grandi a livello consumer e dispongono di molteplici funzionalità, alcune delle quali non sono disponibili su schede madre più piccole. Lo svantaggio nell'acquisto di una scheda ATX è che dovrete acquistare un case più grande che permetta di contenerla.

La compattezza delle schede madre Mini-ATX si traduce in affollamento di componenti. Spesso può essere una seccatura assemblare un PC attorno ad esse.
Sono tuttavia più convenienti e spesso presentano gli stessi socket, porte e connessioni di schede più grandi. Inoltre le schede più piccole si adattano a case più grandi mentre non possiamo certo dire lo stesso viceversa.

Schede madre piccole, come Micro-ITX, potrebbero invece non avere tutte le funzionalità che state ricercando, i modelli più costosi utilizzano tuttavia il limitato spazio in maniera piuttosto creativa.
Certo, assemblare attorno ad una Micro-ITX potrebbe risultare più complesso e richiede maggiore manualità ma le dimensioni più compatte faranno si che il vostro computer non prenda il sopravvento sulla vostra scrivania.

Chipset

Dicesi chipset l'insieme di chip che si occupano di smistare e dirigere il traffico di informazioni fra CPU, RAM e controller delle periferiche di input/output. Determina quali componenti sono compatibili con la scheda madre, inclusi CPU, RAM, dischi rigidi e schede grafiche. Determina anche le future opzioni di espansione e in che misura, se ce ne sono, il sistema può essere overcloccato.

Controllate bene la disponibilità dei chipset al momento dell'acquisto.

BIOS

Il Basic Input-Output System (in acronimo, BIOS), in informatica, è il primo programma che viene eseguito dopo l'accensione.

Si tratta della sala di controllo del vostro computer. Potrete regolare la velocità della ventola, la velocità di clock della RAM, l'illuminazione e altre impostazioni di CPU, GPU e memoria altamente tecniche. Molto probabilmente non passerete troppo tempo nel BIOS, ma la qualità di quest'ultimo potrebbe fare la differenza.

Quando acquisterete una scheda madre, fate qualche ricerca per assicurarvi che il BIOS della scheda supporti la CPU che sceglierete. Nel caso doveste acquistare una scheda con BIOS obsoleto, che non supporta la vostra CPU, dovrete prendere in prestito una CPU datata per poterlo aggiornare.

Il nostro consiglio? Se la scheda madre non supporta la vostra CPU, cercatene un'altra e risparmiate il fastidio. Noi vi abbiamo avvertito!


CPU

La CPU, o unità di elaborazione centrale, è responsabile della potenza di calcolo del vostro PC. In sostanza, è il cervello delle operazioni ed è uno dei componenti principali per un PC veloce ed affidabile. I software di editing video fanno molto affidamento sulla CPU (nonostante le GPU stiano diventando sempre più importanti per la codifica video) quindi è importante acquistare un componente performante, potente e capace di gestire più task contemporaneamente.

L'industria della CPU è un duopolio, con le due società in carica Intel e AMD a farla da padrone. Intel possiede una quota più significativa del mercato, ma negli ultimi anni AMD ha costantemente guadagnato terreno rispetto al suo concorrente.

I montatori video tendono a rimanere fedeli a Intel in quanto marchio affidabile, con prodotti solidi e benchmark che evidenziano un ottimo lavoro nella gestione di carichi di lavoro single-core. Tuttavia, i chip Intel sono costosi e riservano le loro migliori caratteristiche a CPU più costose. Nel tentativo di guadagnare quote di mercato, AMD mantiene prezzi competitivi e molte delle migliori funzionalità sono disponibili sulle loro CPU di fascia bassa.

Cosa ricercare nella propria CPU?

Esistono diversi modi per misurare le prestazioni di un processore. La velocità di clock (anche detta "frequenza di clock" o "frequenza") è uno dei più significativi.

La frequenza della CPU rappresenta il numero di volte in cui il clock interno della CPU scatta, misurata in cicli al secondo.
Nonostante fattori secondari influenzino le prestazione della CPU, una frequenza più alta equivale sempre a prestazioni superiori.

Avete mai sentito parlare parlare di overclock?
Overcloccare la CPU significa aumentarne la frequenza. Si tratta di una vera e propria scienza, tuttavia un overclock eccessivo può causare il surriscaldamento della CPU. Più l'overclock è invadente, più dovrete assicurarvi che ci sia un corretto raffreddamento della CPU (tratteremo questo argomento più avanti nella guida).

In secondo luogo, vi consigliamo di controllare il numero di core e se la CPU sia multi-thread o meno.

Al link seguente potrai approfondire il tema delle CPU multi-thread e multi-core

Cosa sono e come funzionano le CPU multi-thread
Per rendere le CPU sempre pi� veloci e performanti sono stati ideati alcuni ‘stratagemmi’ che permettono di compiere pi� calcoli contemporaneamente. E il multi-thread � uno di questi

Qualunque sia il vostro budget, preventivate di spendere almeno un quarto della spesa totale sulla CPU. Siate oculati nella spesa ma non risparmiate eccessivamente, si tratta del componente più importante del nostro elenco in quanto consente il rendering del video. Una CPU più veloce, in grado di gestire carichi di lavoro più pesanti, ridurrà il tempo impiegato per il rendering.


GPU

L'unità di elaborazione grafica è simile alla CPU sotto alcuni punti di vista, anche se le dimensioni fisiche sono decisamente maggiori . Mentre la CPU calcola informazioni e attività per scopi informatici generali, la GPU elabora attività grafiche che spaziano dalla visualizzazione di video su Youtube, alla modifica di effetti speciali fino al rendering della grafica dei videogiochi in tempo reale.
La CPU gestisce carichi di lavoro ad alta intensità di dati che richiedono interi core, mentre la GPU ha centinaia di core che gestiscono ognuno attività più piccole.

La frequenza della GPU, la frequenza della RAM video della GPU (VRAM), così come la capacità della VRAM, sono tutte unità di misura importanti che dovreste controllare prima dell'acquisto. La frequenza della GPU è molto simile alla frequenza della CPU, che misura quanti cicli avvengono al secondo. Frequenze GPU più elevate significano che è possibile eseguire il rendering del video più velocemente, poiché i core all'interno della GPU funzionano a un ritmo più veloce.

La VRAM contiene le istruzioni che la GPU deve eseguire. Avere più VRAM è sempre meglio poiché possono contenere più istruzioni e impedire l'effetto collo di bottiglia sulla GPU. La frequenza della VRAM determina la frequenza con cui sincronizza e trasmette le istruzioni alla GPU.

Per l'editing di video, la frequenza della VRAM è importante, ma la frequenza della GPU ha un impatto maggiore sui tempi di rendering.

L'accelerazione hardware del rendering

L'accelerazione hardware permette di passare alla GPU la maggior parte delle attività più intensive da espletare durante il rendering di qualunque applicazione.

Questo è un tipo di approccio vincente poiché, mentre il rendering degli oggetti grafici viene gestito dalla GPU, il lavoro della CPU viene notevolmente sgravato permettendole di svolgere altri compiti

L'accelerazione hardware della GPU consente tempi di rendering più rapidi ed è una funzionalità che i video editor chiedevano a gran voce da parecchi anni. Mentre prima la CPU era il componente più importante per l'editing video, possiamo oggi affermare che le GPU siano il futuro.

GPU consumer vs GPU professionali

Esistono due tipi di GPU dedicate: GPU di livello consumer, utilizzate spesso dai gamer e GPU professionali utilizzate da sviluppatori di videogiochi, artisti VFX, designer, ingegneri, architetti ed editor video. AMD e Nvidia sono le due grandi aziende specializzate, entrambe offrono opzioni per consumatori medi e professionisti. Intel ha recentemente iniziato a produrre GPU, ma hanno ancora molta strada da fare prima che vengano considerate opzioni valide.

Quando si confrontano le GPU di livello consumer, consigliamo assolutamente una GPU Nvidia, soprattutto per il prezzo a buon mercato.

Le due società hanno invece entrambe eccellenti GPU professionali, ognuna adatta a diversi tipi di creativi.
Possono essere a volte incredibilmente costose e, poiché il loro utilizzo è riservato ad un pubblico di nicchia, spesso è difficile reperire informazioni sul web. In un'epoca in cui i consumatori leggono una dozzina di recensioni per un tostapane prima dell'acquisto, è difficile chiedere a qualcuno di spendere qualche centinaio di euro per una GPU con poche informazioni disponibili.

Tuttavia, l'utilizzo di una GPU professionale presenta notevoli vantaggi. Oltre a garantire una maggiore potenza di calcolo, i produttori offrono un supporto più concreto ai propri utenti e i driver della GPU vengono rilasciati a un ritmo più lento per garantire la compatibilità tra le varie versioni delle applicazioni per un lasso di tempo maggiore.

Quando si esamina l'elenco delle GPU consigliate da Adobe, nessuna delle GPU AMD elencate è di livello consumer. Le GPU AMD come AMD Radeon Pro WX 7100 sono eccellenti per l'editing video, ma sono costose, di nicchia e difficili da trovare. Tuttavia in elenco sono presenti molte GPU per videogiochi di livello consumer di Nvidia.

Grazie al rendering con accelerazione hardware su Premiere Pro e DaVinci Resolve, disporre di una potente GPU oggi è più importante che mai. Le tecnologie garantite dall'accelerazione hardware sono relativamente nuove, ma il rendering tramite GPU sta rapidamente diventando l'opzione più diffusa.


RAM

Se siete veterani del video editing, conoscerete bene l'importanza della RAM. La quantità di RAM disponibile determina la velocità con cui i video vengono caricati durante lo scorrimento della timeline. Ogni taglio, effetto e transizione richiede RAM e avere più RAM significa che potrete caricare e visualizzare rapidamente il vostro video senza dover attendere. Modificare il video su un computer con solo quattro o otto gigabyte di RAM è un esercizio frustrante, con una miriade di arresti anomali, scrubbing lento, blocchi e fotogrammi persi. Ma cos'è la RAM e di quanta ne hai bisogno?

Cos'è la RAM?

Grazie a Wikipedia la risposta alla prima domanda è abbastanza semplice: In elettronica e informatica la RAM (acronimo dell'inglese Random Access Memory ovvero memoria ad accesso casuale) è un tipo di memoria volatile caratterizzata dal permettere l'accesso diretto a qualunque indirizzo di memoria con lo stesso tempo di accesso.

Quando non c'è abbastanza RAM, le istruzioni meno utilizzate vengono spostate nella memoria virtuale, dove rimangono fino a quando non sono nuovamente necessarie. Il passaggio dalla RAM alla memoria virtuale rallenta la CPU, per cui è fondamentale avere molta RAM. Con più RAM disponibile, la CPU può eseguire in modo efficiente il multitasking e continuare a utilizzare programmi pesanti come Premiere Pro. Ci sono altri fattori importanti in un componente RAM, come la frequenza e la latenza, ma la capacità è la più importante.

Di quanta RAM avete bisogno? Beh, come tutto in questo elenco, dipende dalle vostre necessità, dal software che utilizzate e dal vostro budget.
Sappiate che la RAM è la memoria più costosa per numero di gigabyte e dovrete spendere parecchi soldi per ottenere un sistema veloce.

Quanta RAM devo usare?

Dovessimo dare un numero, consiglieremmo di utilizzare 64 GB di RAM, che costerebbe, a seconda del produttore e della velocità, tra i 250,00€ e i 350,00€.
Sebbene sia possibile andare ancora più in alto, 64 GB di RAM sono più che sufficienti per l'editing video FullHD e 4K mentre è appena sufficiente per l'editing video 8K. I software per effetti speciali come After Effects, necessitano di una RAM cospicua, anche superiore ai 64 GB, tuttavia la VRAM della GPU potrebbe dare una mano in tal senso. Adobe, per After Effects, consiglia 128 GB di RAM ma questo vorrebbe dire spendere oltre 500,00€.

Prima di andare avanti, una cosa da tenere a mente è che tutte le CPU hanno una limitazione della RAM. Ad esempio una Ryzen 7 2700X supporta solo fino a 64 GB, quindi non sarebbe possibile andare oltre, dovreste acquistare per forza una CPU migliore. Tenetelo ben a mente e ricordate di rendere il vostro PC il più possibile adatto per i futuri aggiornamenti che pensate di apportarvi. Meglio spendere un po 'di più adesso che molto di più dopo.


STORAGE

Ci sono diverse opzioni di archiviazione al giorno d'oggi ma nessuna è migliore di un SSD M.2 NVMe PCIe. Un SSD NVMe è il tipo di archiviazione di livello consumer più veloce attualmente disponibile e, sebbene sia costoso, ha velocità fino a 25 volte più veloci di un'unità disco rigido (HDD) standard. A meno che non abbiate un budget esorbitante, tuttavia, vi consigliamo di utilizzare un doppio sistema di archiviazione che utilizza un SSD NVMe in combinazione con un HDD più lento, anche se di maggiore capacità.

Utilizzare un sistema Dual-Drive

È importante installare il vostro sistema operativo nell'SSD NVMe in modo da migliorare i tempi di caricamento durante l'avvio e il caricamento dei software. Vi consigliamo di archiviare tutto il resto sul vostro HDD.
Per rendere l'editing più gestibile, è buona norma trasferire i file video correlati dall'HDD all'SSD per facilitare il caricamento e l'esportazione. Quando avrete finito con i file video, potrete salvarli sull'HDD, che dovrebbe essere la più capiente delle due unità di archiviazione. Questo metodo vi eviterà di spendere centinaia di euro in archiviazione ad alto prezzo, pur continuando a sfruttare la velocità di un SSD NVMe.

I montatori video hanno bisogno di molto spazio di archiviazione, molto più di quanto possa fisicamente stare sull'SSD di un computer, tuttavia dovrebbe esserci abbastanza spazio disponibile per effettuare un montaggio senza dover eliminare i file dopo ogni modifica. Esistono soluzioni per l'archiviazione a lungo termine, come un dispositivo NAS (Network Attached Storage), ma non ne parleremo. Consigliamo di avere almeno un SSD NVMe da 500 GB e un HDD molto più grande con almeno due terabyte di capacità. Il primo costa circa 60€, il secondo dovrebbe avere circa lo stesso prezzo ma con quattro volte lo spazio di archiviazione.

La nota positiva dello spazio di archiviazione è che potrete sempre eseguire l'aggiornamento in futuro, a condizione che acquistiate una scheda madre accettabile.


PSU

Non c'è niente di meno appariscente in un alimentatore (PSU). Parliamo del componente che dà vita al computer, un alimentatore economico potrebbe interromperla prematuramente. Mai, e ripetiamo, mai acquistare un alimentatore sotto marca da un'azienda di cui non avete mai sentito parlare, siate estremamente cauti quando acquistate un alimentatore usato. Lo scenario migliore nel caso di un acquisto di un alimentatore economico è che il computer non si avvii; nel peggiore dei casi, il computer prenderà fuoco. Se volete risparmiare denaro, non fatelo con l'alimentatore.

Efficienza dell'alimentatore

L'alimentatore di cui avete bisogno dipende in gran parte dal sistema che state costruendo, con la CPU e la GPU che sono i due prosciugatori di energia più rilevanti.

Oltre al wattaggio di un alimentatore, vi consigliamo di controllare la valutazione dell'efficienza. Acquistate un alimentatore con una valutazione 80+ per una migliore efficienza. La valutazione 80+ è suddivisa in tre livelli: bronzo, oro e platino. Gli alimentatori con migliori valutazioni di efficienza emettono meno calore e assorbono meno potenza. Investire in un alimentatore di alta qualità, con un buon indice di efficienza, sarà inizialmente più costoso, ma nel lungo periodo vi farà risparmiare tramite la bolletta elettrica rispetto a un'unità meno efficiente.

Non modulare, semi modulare e modulare

È necessario valutare se utilizzare un alimentatore non modulare, semi-modulare o completamente modulare. Quest'ultima è la scelta migliore perché non viene fornita con alcun cavo collegato all'alimentatore, lasciando all'utente più spazio per la personalizzazione. Gli alimentatori semi-modulari hanno alcuni cavi pre-collegati, che non possono essere rimossi, ma c'è ancora un po 'di libertà. Infine, gli alimentatori non modulari sono totalmente sconsigliati e non dovreste acquistarne uno.

Gli alimentatori semi-modulari sono un po' più economici delle loro controparti completamente modulari e non sono male, tuttavia consigliamo un alimentatore completamente modulare se c'è spazio nel budget.


CASE

Il case, il vano in cui porre tutte le altri componenti, è probabilmente l'acquisto maggiormente estetico che dovrete affrontare, e oggigiorno ci sono tantissime opzioni. I case sono disponibili in tutte le forme, dimensioni e colori, ma la maggior parte di loro sono torri nere con un pannello laterale in vetro. Se non vi piace il case da gaming tradizionale, ci sono ancora opzioni, ma dovrete ricercare maggiormente.

Ogni case è diverso e il numero di ventole, ritagli e alloggiamenti per unità supportati varia in base al caso. Sceglietene uno con un buon flusso d'aria e spazio per gli aggiornamenti e controlla se le tue parti si adatteranno comodamente.


DISSIPATORI CPU

Come abbiamo già spiegato, l'editing video è un'attività ad alta intensità di CPU e richiede molte risorse. Più una CPU lavora, più calore emette, soprattutto se è overcloccata.
Ci sono due opzioni di raffreddamento della CPU tra cui scegliere, entrambe da considerare.

Ventola di raffreddamento della CPU o dispositivo di raffreddamento AIO

Le ventole di raffreddamento della CPU sono l'ideale per la maggior parte delle build perché sono convenienti, facili da installare e non richiedono manutenzione. Il contro? Quando la CPU è sottoposta a un carico di lavoro pesante, il dispositivo di raffreddamento va in overdrive per evitare il surriscaldamento, producendo tantissimo di rumore.

L'altro concorrente della categoria è il dissipatore a liquido AIO.
È una soluzione di raffreddamento all-in-one (da cui il nome) che include tutte le parti necessarie. Il waterblock si collega alla CPU e assorbe il calore trasferendolo al radiatore tramite il liquido di raffreddamento nei tubi. Quando il calore raggiunge il radiatore, le ventole allontanano il calore dal PC.

Questo tipo di dispositivo di raffreddamento della CPU è più costoso di una ventola di raffreddamento, ma mantiene il rumore basso e spesso è molto più efficiente. Se avete intenzione di installare un dissipatore liquido AIO, acquistate un case con prese d'aria nella parte superiore, quello è il posto migliore per il radiatore e le ventole.

Per la maggior parte degli utenti, consigliamo di utilizzare il dispositivo di raffreddamento di serie incluso con i processori. Fanno un lavoro discreto, soprattutto se si considera che sono forniti in bundle senza costi aggiuntivi. I dispositivi di raffreddamento di serie, tuttavia, non possono sorreggere la potenza di CPU overcloccate. Investite in una ventola di raffreddamento della CPU più robusta o in un dissipatore AIO se avete intenzione di ovecloccare la CPU.

Applicazione della pasta termica

La pasta termica è necessaria per il passaggio del calore dalla CPU al dispositivo di raffreddamento. L'applicazione errata della pasta termica può causare il surriscaldamento o la completa frittura della CPU. Se volete applicare voi stessi la pasta termica, utilizzatene una quantità considerevole.

RAFFREDDAMENTO DEL PC

Un corretto raffreddamento è necessario per evitare il surriscaldamento del PC. L'aria calda che viene espulsa dalla CPU e dalla GPU deve fuoriuscire. In caso contrario, il calore si accumula e surriscalda il computer.

Le ventole introducono aria fredda nel sistema e allo stesso tempo rimuovono l'aria calda dall'interno. Ogni case per PC varia nel numero di ventole supportate, ma esiste una procedura standard per il raffreddamento delle ventole. Avrai bisogno di alcune ventole nella parte anteriore del case per aspirare l'aria e delle ventole sul retro per far uscire l'aria calda. Per un raffreddamento ancora migliore, dovresti anche posizionare le ventole utili ad aspirare l'aria fresca nella parte inferiore del case e le ventole per l'uscita dell'aria nella parte superiore.

Esistono ventole di diverse dimensioni, ma le ventole da 120 mm sono le più comuni e sono compatibili con un'ampia varietà di case. Esistono due tipi di ventole: ventole a flusso d'aria e ventole a pressione statica. Le prime sono ottime per l'aspirazione dell'aria, mentre le seconde sono migliori nel rimuovere l'aria calda intrappolata all'interno del PC. I PC con molte ostruzioni e nessun percorso libero per il flusso d'aria traggono il massimo vantaggio dalle ventole a pressione statica.

LA BUILD TRAVEL MEDIA HOUSE

Vogliamo infine lasciarvi la build del nostro pc da editing principale.
Questa è l'impostazione che Massimiliano utilizza per editare tutti i video della Travel Media House, un PC che elabora tutto il giorno con carichi di lavoro notevoli.

Noterete che abbiamo incluso solo i componenti principali per la costruzione di un PC, quindi componenti come monitor, altoparlanti, ventole, kit di illuminazione RGB e periferiche non sono inclusi.

È ragionevole presumere che la maggior parte delle persone disponga di monitor, tastiera e mouse, ma se non è così, non preoccupatevi. Potrete trovare monitor decenti per circa  200€ o meno, tastiere e mouse in genere vengono vendute a 50€ ciascuno. Acquistate solo ciò di cui hai bisogno e continuate ad aggiungere in seguito fino a ottenere la configurazione perfetta.

Alimentatore: Corsair HX1200 Alimentatore PC, Completamente Modulare, 80 Plus Platinum, 1200 W, EU

Scheda madre: ASUS ROG STRIX Z490-E Gaming, Intel Z490 LGA 1200 ATX Gaming con 16 Fasi di Potenza

GPU: Asus ROG Strix GeForce RTX 2080 SUPER Advanced Edition 8 GB GDDR6

CPU: Intel BX8070110900K Core i9-10900K

RAM: Corsair Vengeance RGB PRO 32 GB (2x16 GB) DDR4 3200MHz

SSD: Samsung Memorie MZ-V7S2T0 970 EVO Plus SSD Interno da 2 TB

Case: Cooler Master MasterBox MB520 RGB Case PC ATX con Pannello Anteriore Sfumato

Raffreddamento: Cooler Master MasterLiquid ML360R RGB Dissipatore CPU a Liquido