Avete mai pensato di girare un documentario con lo smartphone che normalmente tenete in tasca tutti i giorni? Non è un idea così folle come potreste pensare. Sicuramente ci sono pro e contro ma il risultato finale potrebbe stupirvi.

Se volete farvi un’idea, provate a dare uno sguardo al trailer di “Iceland - You Think You’re Alone”, un documentario di Ludovico de Maistre completamente girato con un Iphone 7 che mostra la bellezza incontaminata islandese e il grande flusso turistico sviluppatosi soprattutto negli ultimi anni.

Tramite questo articolo vogliamo analizzare le caratteristiche del mobile videomaking e svelarvi qualche trucchetto per migliorare la qualità delle riprese ed ottenere così delle clip mozzafiato.

Pro e contro

Con la grande varietà di videocamere presenti sul mercato oggi, perché un video maker dovrebbe scegliere di utilizzare uno smartphone per le proprie riprese?

Prezzo, praticità e mobilità sono solo alcuni dei pregi di questi dispositivi.
Un motivo meno immediato, ma anche uno dei fattori più importanti quando si gira un documentario, è che lo smartphone permette di mantenere un profilo basso. Le persone saranno meno nervose non trovandosi di fronte un sacco di attrezzature intimidatorie.

Siamo ormai abituati a vedere smartphone ovunque, Spesso risulterete invisibile agli occhi delle persone.

Un altro vantaggio di questi dispositivi è la rapidità con cui è possibile estrarli per una ripresa al volo. Sono sempre lì, in tasca o in borsa, pronti per essere utilizzati e catturare così eventi molto più spontanei.

Inoltre il monitor dei telefoni attuali è spesso molto più grande di quello delle fotocamere, permettendo una visibilità difficilmente avvicinabile.

Ma passiamo adesso ai contro di questi dispositivi.

Anche se alcuni smartphone sono in grado di effettuare riprese in 4K, queste non possono essere paragonate a quelle catturate tramite una reflex o una mirrorless. La grande varietà di sensori ed obiettivi permettono margini di manovra inarrivabili per un cellulare.

Le riprese con scarsa illuminazione sono un’altra criticità per gli smartphone. Il piccolo sensore delle loro fotocamere non è affatto ideale per riprese al buio, il rumore digitale inizia a farsi sentire molto presto. Questo è forse lo svantaggio maggiore a cui andrete incontro.

Infine ricordatevi di fare molta attenzione alla durata della batteria e allo spazio di archiviazione dei vostri smartphone, un problema comunque presente per ogni videocamera. Assicuratevi di scegliere uno cellulare con una buona capacità, a seconda della risoluzione a cui intendete riprendere, e di portarvi sempre dietro una power bank per ricaricarlo.

Come ottenere riprese incredibili con il tuo smartphone

Ecco quindi alcuni suggerimenti per migliorare le vostre riprese e renderle più cinematografiche. Dovrete investire in attrezzatura ma vi assicuriamo che ne varrà davvero la pena.

  • Microfoni registratori esterni portatili: un registratore audio esterno come lo Zoom H6n o almeno un microfono plug-in come il Rode VideoMicro sono una necessità assoluta per girare un documentario tramite smartphone. Non fate affidamento sul microfono interno del vostro telefono per l’audio principale delle riprese, a meno che budget o situazione non lo impongano.
  • Obiettivi e filtri: L’obiettivo incorporato nello smartphone è molto limitato, quindi se si desidera una certa flessibilità, il consiglio è di investire parte del proprio budget in alcuni obiettivi extra come i macro, i fisheye o i grandangolari. La maggior parte dei telefoni top di gamma oggi, tuttavia, presenta molteplici ottiche per ogni evenienza.
  • Gimble, steadycam e treppiedi: Sebbene molti smartphone abbiano una stabilizzazione interna, questa viene sfruttata prevalentemente negli scatti fotografici. Per quanto riguarda i video, essa non garantisce la sufficiente fluidità per un filmato professionale. Ogni video maker dovrebbe avere uno stabilizzatore nel suo zaino, i più popolari in commercio attualmente sono il DJI Osmo Mobile e il Zhiyun Smooth.
  • Illuminazione: come dicevamo, la più grande criticità degli smartphone sono le riprese in condizioni di luce scarsa. Proprio per questo consigliamo di portare sul set delle luci portatili, che vi aiutino ad illuminare la scena. Se le vostre riprese saranno al chiuso o notturne non potrete farne a meno.

Vi ricordiamo che state cercando degli approfondimenti per creare dei contenuti video credibili e di qualità da pubblicare sulle piattaforme social o volete sapere come fare un vlog di viaggio con immagini che colpiscano i vostro follower, la Travel Film School ha realizzato il primo corso in Italia per realizzare video professionali con gli smartphone: Mobile Videomaking.